L’alternativa a RAID e LVM si chiama BTRFS | Guide

Chi ha a che fare con molti dati, ha spesso l’esigenza di averli al sicuro e di poter aggiungere spazio a piacimento e le parole che normalmente vengono associate sono RAID e LVM.Il RAID1 (mirroring) permette di utilizzare 2 hard disk, meglio di uguale capacità se non addirittura identici per marca e modello, in modo che uno sia l’esatta riproduzione dell’altro. In caso di rottura di un disco, i dati non vengono persi perché “subentra” l’altro.
LVM è invece un software che gestisce dei volumi logici permettendo, per esempio, di unire più dischi in modo da aumentare lo spazio a disposizione anche quando il filesystem è in uso.
Utilizzando almeno 4 hard disk è possibile anche unire la sicurezza del dato fornita dal RAID1 con la praticità di LVM.

Nel 2007 è però cominciato lo sviluppo di un filesystem che unisce le due esigenze in modo nativo. Il suo nome è BTRFS.

Queste le sue principali caratteristiche:

  • Conversione da EXT3 / EXT4 a BTRFS;
  • Dimensione massima dei file di 2^64 byte pari a 16 exabyte (oltre 16 milioni di terabyte);
  • Massima efficienza dello spazio utilizzato dai file molto piccoli (inferiori a 4k);
  • Allocazione dinamica degli inode;
  • Ridimensionamento “al volo” dei volumi;
  • Mirroring e Striping (RAID 0, RAID 1 e RAID 10);
  • Creazione di snapshot che consentono veloci backup incrementali;
  • Controllo dell’integrità dei dati e dei metadati;
  • Compressione con zlib e LZO;
  • Deframmentazione online del filesystem;
  • Utilizzo dei subvolumi come directory;

Inoltre si stanno implementando altre caratteristiche come:

  • Controllo online del filesystem;
  • Algoritmi di controllo dell’integrità alternativi a quelli già presenti;
  • Altri metodi di compressione come lz4 e snappy;

Le premesse sono ottime, ma la sua versione stabile è disponibile dalla versione 3.10 del kernel Linux, ma poiché è in costante sviluppo, ogni versione successiva è consigliata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *